Lascia un commento

Gulfi – Cerasuolo di Vittoria DOCG 2008

Dove: Sicilia – Italia
Denominazione: Docg – Denominazione di origine controllata e garantita
Tipologia: Rosso
Vitigni: Nero D’Avola 50% – Frappato 50%
Alcool: 13,50
Prezzo: 10/12 euro circa
Data degustazione: 05/03/2010
Valutazione: @@@@@

L’azienda Agricola Gulfi ha i suoi territori vitati nella Sicilia Orientale ed in particolare in tre delle numerose zone d’eccellenza della viticoltura Siciliana; sulle pendici dell’Etna, nella Val di Noto, area storica del Nero D’Avola, e nei Monti Iblei, zona classica ed anch’essa storicizzato del Cerasuolo di Vittoria D.O.C.G.
I vini dell’Azienda Gulfi esprimono l’essenza dei rispettivi territori d’appartenenza ed è per questo che, quando un vino raggiunge in pieno l’espressione dello stesso, si può sentire uscire dal bicchiere la cultura storica del territorio ma anche la mano dell’uomo che lo conduce (l’Enologo), raggiungendo anche così una migliore espressione di civiltà.

Nell’ Azienda Gulfi lo scorrere del tempo e delle lavorazioni, sia in vigna che in cantina, si susseguono nel modo più naturale possibile nel rispetto dell’ambiente dove si opera per il raggiungimento di un prodotto finale che porta anche a dare un’evidente rispetto all’ultimo anello di questa lunga filiera cioè: il consumatore.


L’Azienda Gulfi mantiene ben distinte e separate le espressioni di ogni singolo “cru” ottimizzando il proprio lavoro sotto uno stretto regime di coltivazione biologica, e vinificando le proprie cultivar impiantate nei rispettivi territori d’appartenenza in piccoli serbatoi costruiti appositamente a misura di vigneto.


I vini dell’ azienda Gulfi non utilizzano sostanze estranee rispettando la viva essenza della loro naturalità.

Un fattore di estrema importanza è l’assoluta consapevolezza di non irrigare le vigne (in irriguo). Sistema molto antico che è stato tramandato dagli anziani del luogo, dove però, in questi territori d’elezione le condizioni pedoclimatiche lo consentono.


E’ un fattore che viene considerato di notevole importanza ed è assolutamente efficace per avere un’essenziale espressione del territorio e della cultivar stessa che si rispecchia attraverso la trasformazione del suo frutto in vino.
La pianta della vite posta sotto un regime un po’ stressante-estremo reagisce spesso dando il meglio di se, esprimendosi con una minore resa ma trasmettendo al suo frutto una maggiore concentrazione di tutte le sue più importanti sostanze.


• Anche l’uomo a volte posto sotto una condizione un po’ stressante-estrema può dare il meglio di se. ( Similitudini ed Analogie fra il Vino e L’Uomo).


L’azienda Gulfi ha scelto già da lungo tempo di non lavorare con le grandi masse per mantenere un prodotto altamente qualitativo, anche perché nelle condizioni di coltivazione “ in irriguo”, e con il sistema di allevamento ad alberello, dove sussiste, e le sue dovute potature, le rese per ettaro sono sempre al minimo, ed in fase di vinificazione e stabilizzazione del prodotto stesso si avrà un più efficace controllo su queste ridotte quantità.


Il forte legame con il passato a fatto scegliere volutamente la strada del vitigno autoctono ricco di storia territoriale, così facendo, l’Azienda Gulfi, non ha pesato in modo eccessivo sullo sconvolgimento varietale che ha afflitto l’intero patrimonio dei vitigni autoctoni Siciliani, e neanche su quello dell’intero territorio Italiano.


Questa scelta altamente qualitativa è ancora oggi l’arma vincente.

Le uve del Cerasuolo di Vittoria D.O.C.G. della azienda Gulfi vegono vinificate separatamente in acciaio e dopo che hanno subito una media macerazione sulle bucce, ed ancora dopo che entrambe le cultivar (Nero D’avola 50% e Frappato 50%), hanno svolto la loro fermentazione malolattica saranno assemblate ed imbottigliate per essere messe in commercio nel Giugno successivo della loro vendemmia.


Vigna Stidda è la vigna del Frappato e le sue uve vengono destinate all’intera produzione del Cerasuolo di Vittoria D.O.C.G., si estende per circa 1 ettaro in Val Canzeria, nella Sicilia sud-orientale, nel Comune di Chiaramonte Gulfi (Ragusa), ad una altitudine di 420 m sul livello del mare. Il terreno ha una pendenza del 3% con esposizione a ovest. Il clima è di tipo temperato, mediterraneo, contraddistinto da importanti escursioni termiche. Il terreno si presenta calcareo argilloso.La vigna ha un’età che si aggira intorno ai 15 anni.
La densità di impianto è di 8.300 viti per ettaro, allevati a spalliera. La produzione di uva non supera i 50 quintali.


Vigna San Loré ( San Lorenzo) che è quella del Nero D’Avola, dove le sue uve vinificate in solo acciao compongono il Cerasuolo di Vittoria D.O.C.G, mentre l’altra parta che sarà dopo elevata in barrique andrà a comporre l’omonima etichetta (NeroSanLorè). Tale vigna si estende per circa 2,5 ettari nell’omonima contrada, nell’Elorino/Val di Noto nei dintorni del villaggio di Pachino in prossimità della costa sud-orientale nelle vicinanze del porto di Marzamemi a soli 10 metri di altitudine e 700 la distano dal mare, di cui sente l’influenza più di ogni altro cru aziendale. Il clima è temperato-caldo mediterraneo. La densità d’impianto è di 7000 viti per ettaro allevate ad alberello. Il terreno è di grana particolarmente fine ed omogeneo, con un alta percentuale di sabbia frammista ad argille scure-brune . Le viti non irrigate, hanno oltre 40 anni e danno una resa naturale che non supera i 40 quintali ad ettaro.


Le vigne che vengono allevate rigorosamente ad alberello rappresentano uno sforzo nel rispettare l’antica tradizione, la cultura della storia siciliana. Questo sistema è quasi impossibile da meccanizzare, è molto costosa ed è sempre più difficile trovare la manodopera, ma risulta quasi essenziale nelle zone altamente vocate perche è qualitativamente sempre valido anche per le rese limitate che lui offre, le concentrazioni zuccherine, polifenoliche,ecc… e non solo.


E’ rosso ciliegia!

Appena versato nel bicchiere vola in alto la spezia con un impronta ben netta di sensazioni marine-salmastre; sardina sotto sale , alghe marine e cappero (spettacolare e molto elegante), con un intreccio di sensazioni erbacee, con sentori di ciliegia e frutta del sotto bosco a polpa rossa ed anche un’interessante sensazione finale d’ anfora (terracotta umida). Aspirando con il naso con più impeto, forte e costante fino a riempire completamente i polmoni si può estrarre dal vino anche l’anice.


In bocca è setoso asciutto ed entra di ciliegia un po’ acerba con tannini digeribili con una piacevolissima e scorrevole beva; un sorso tira l’altro ed è perfettamente bilanciato.
E’ un vino molto particolare ed interessante da non perdere assolutamente.


Prezzo qualità @@@@@ ECCELLENTE!


Il tappo ha sentori di vaniglia, cannella, cotognata e sottile cioccolato bianco.


Enologo Salvo Foti


Link – http://maurizioagugliawine.blogspot.com/2010/03/cerasuolo-di-vittoria-docg-2008.html


Link Vinix – http://www.vinix.it/degustazioni_detail.php?ID=1960

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 11.096 follower